Trekking in Val d’Orcia: Avinionis Balnea, La via del grano

La Toscana è una terra dai mille volti: i sentieri sterrati contornati dai mille cipressi tra le colline sono la meta prediletta per amanti del trekking e ciclisti.

Qui troverete uno panorama unico, perfetto per essere scoperto lentamente, a passo d’uomo, beandovi di ogni scorcio magnifico e della natura attorno a voi. Unite una sana attività fisica all’esplorazione di una zona meravigliosa, e non dimenticatevi di sostare in qualche cantina dove potrete degustare il vino e i prodotti di questa terra!
Lentamente, passo dopo passo, tra natura, antiche abbazie e castelli, vigneti e campi di grano potrete godervi questi stupendi panorami e camminare dentro una cartolina.

Oggi vi consigliamo un bell’itinerario che parte da San Quirico d’Orcia, passa per il Castello di Ripa d’Orcia, attraversa per Bagno Vignoni e Vignoni Alto per poi tornare a San Quirico. Parliamo della Avinionis Balnea, detta anche Via del Grano che attraversa le colline più belle e caratteristiche della Val d’Orcia. Un itinerario che potrete percorrere a piedi in circa 4 ore con un dislivello di minima difficoltà. Ovviamente vista la lunghezza complessiva del percorso potrete fare una parte del percorso e poi ritornare in autobus.

Lunghezza 4 h (totale 8h)

Durata 17, 6 km (totale 35,2 km)

Difficoltà facile

Trekking in Val d’Orcia: Avinionis Balnea, La via del grano

Ripercorrete a piedi le stesse strade un tempo attraversate dai carri carichi di grano per raggiungere i mulini: da San Quirico d’Orcia si sale in direzione del castello di Ripa d’Orcia percorrendo la strada di Ripa d’Orcia. Durante il tragitto arriverete ad un punto dal quale con lo sguardo potete dominare tutta la vallata circostante. Potrete ammirare il fiume Orcia che scorre in basso, e davanti a voi si staglierà il Monte Amiata in tutta la sua maestosità. Camminando ancora si passa davanti al Podere Romitorio, una antica chiesa risalente a prima del 1200, per poi proseguire attraverso un piccolo boschetto di cipressi dove è segnalato un bivio.

Procedete verso il castello di Ripa d’Orcia, da dove si apre come d’improvviso uno degli scenari più celebri della Valdorcia: il castello che si staglia sullo strapiombo mentre sotto il fiume scorre nel paesaggio suggestivo.

Dopo avere goduto della spettacolare veduta, ritornate indietro fino al bivio già segnalato e, prendendo l’altra strada, attraversate il bosco in direzione Mulina fino al caratteristico ponte omonimo. Se siete stanchi allora è arrivato il momento di riposarvi: ritornate indietro e recatevi verso Bagno Vignoni proseguendo per la strada di Ripa d’Orcia e successivamente prendendo la strada di Bagno Vignoni. Conosciuta e rinomata località termale già ai tempi degli Etruschi e dei Romani, la perla della Val d’Orcia saprà rapirvi con le sue sorgenti naturali di acqua calda a Parco dei Mulini, dove potrete immergere i piedi e rigenerarvi dopo la camminata, magari mangiando qualcosa in una dei tanti locali lungo la famosa vasca termale rettangolare, vero centro di Bagno Vignoni.
Proseguiamo il nostro percorso dirigendoci verso Vignoni Alto, piccolo borgo su cui svetta la torre del cassero. Anche qui potrete godere del panorama che è davvero impareggiabile, prima di riprendere la via per tornare a San Quirico d’Orcia.

Servizi

Prodotti tipici, terrazza panoramica

Sistemazione

Trekking in Val d’Orcia: Avinionis Balnea, La via del grano
San Quirico d’Orcia, SI, Italia