Trekking in Val d’Orcia: la faggeta di Pietraporciana

La Toscana è una terra dai mille volti: i sentieri sterrati contornati dai mille cipressi tra le colline sono la meta prediletta per amanti del trekking e ciclisti.

Qui troverete uno panorama unico, perfetto per essere scoperto lentamente, a passo d’uomo, beandovi di ogni scorcio magnifico e della natura attorno a voi. Unite una sana attività fisica all’esplorazione di una zona meravigliosa, e non dimenticatevi di sostare in qualche cantina dove potrete degustare il vino e i prodotti di questa terra!
Lentamente, passo dopo passo, tra natura, antiche abbazie e castelli, vigneti e campi di grano potrete godervi questi stupendi panorami e camminare dentro una cartolina.

Oggi vi parliamo della Riserva Naturale di Pietraporciana: si tratta di un’immensa distesa boschiva di faggi che vi lascerà a bocca aperta. La faggeta si trova su un grande colle di oltre 800 metri che separa Chianciano da Sarteano e dalla Val d’Orcia. Istituita nel 1996, la Faggeta di Pietraporciana è sicuramente un luogo molto particolare.

Il paesaggio è caratterizzato da rupi, strapiombi e da questi magnifici alberi, che migliaia di anni fa ricoprivano l’intera zona. Alcune di queste grotte ancora perfettamente transitabili senza l’ausilio di particolare attrezzatura, che meritano attenzione quando si cammina e ci si avvicina a loro. Qui la flora è variegata e nella faggeta di Pietraporciana troverete specie arbustive particolarmente rare in tutta Italia. Nel periodo primaverile si possono osservare abbondanti orchidee selvatiche. Durante una piacevole passeggiata potrete anche incontrare tantissime specie di animali. Qui vivono numerosi caprioli e daini, volpi e tassi, ma anche cinghiali, lepri e faine. Per gli appassionati di insetti, questo è il luogo perfetto: qui vi trovano ospitalità molti coleotteri come il cervo volante (il più grande coleottero d’Europa) e la rara Rosalia Alpina, dalle belle tinte blu.
E se siete appassionati di bird watching qui potrete avvistare alcune specie di picchio e una nutrita presenza di volatili rapaci come alcuni tipi di falco, lo sparviero, il gufo, l’assiolo, l’upupa e il cuculo. Per visitare la faggeta si può attraversare il semplice sentiero che parte dal centro visite e che vi si ricollega con un percorso ad anello. Al suo interno troverete una moltitudine di sentieri che potrete percorrere a piedi, in bici o a cavallo.

Trekking in Val d’Orcia: la faggeta di Pietraporciana

Servizi

terrazza panoramica, tour guidati

Sistemazione

Trekking in Val d’Orcia: la faggeta di Pietraporciana